Protezione Civile Sub Rimini Gian NeriProtezione Civile Sub Rimini Gian Neri

Esercitazione sommozzatori di Protezione Civile

Nelle giornate del 2-3 Ottobre 2010 alcuni Volontari della Sub Rimini Gian Neri – Gruppo di Protezione Civile, assieme a numerose altre Associazioni, hanno partecipato all’Esercitazione Regionale dei Sommozzatori di Protezione Civile, svolta sull’Appennino Tosco Emiliano nel Comune di Camugnago. Questo, il resoconto del Centro Servizi Regionale:

 

1° CONVEGNO SULL’ATTIVITA’ SUBACQUEA PER ATTIVITA’ DI PROTEZIONE CIVILE

 

Le  giornate del 2 e 3 ottobre 2010, durante le quali si è svolta un’attività sul lago di Suviana legata al mondo della subacquea nella  protezione civile, è stata un’occasione, colta immediatamente da molti volontari, per conoscere meglio tutte le realtà presenti su tutto il territorio regionale che svolgono e hanno svolto nel proprio ambito attività simili,  ma che non hanno mai avuto la possibilità di potersi  incontrare e scambiare  informazioni, opinioni, criticità, etc..

 

Le due giornate, una esclusivamente teorica, sono state ritenute  particolarmente interessanti, a detta dei partecipanti, perché è stato fornito loro un quadro, ai più sconosciuto, dell’organizzazione regionale del Sistema regionale di Protezione Civile dell’Emilia Romagna.

 

A conferma di ciò è stata notata una presente e interessata partecipazione di tutti i presenti, ed in effetti nella sala assembleare sono state notate pochissime defezioni e a conferma di quanto detto,  sono state fatte numerosissime domande, sia sull’organizzazione complessiva della protezione civile regionale sia sul progetto “Acque chete”, che dovrebbe essere il progetto di riferimento dei volontari delle associazioni coinvolte.

 

La volontà di crescita del volontariato, che essendo sempre di più consapevole di essere una risorsa per la società, soprattutto per le fasi critiche, non emerge in modo determinante nelle fasi della prevenzione; ed in effetti l’adozione del progetto “Acque chete” dovrebbe essere un ulteriore stimolo per un’attenzione più consapevole verso il proprio territorio, soprattutto se presenta delle criticità palesi che necessitano di essere monitorate 365 giorni all’anno.

 

La seconda giornata che è stata la parte pratica dell’incontro tecnico, ha visto spunti interessanti e ha dato delle indicazioni per fare alcune considerazioni sulle modalità organizzative sia in tempo di pace che in emergenza; anche i protocolli operativi e l’applicazione delle procedure,  fatte con competenza e professionalità,  hanno determinato una buona riuscita dell’operazione, anche se a detta di molti, la crescita complessiva di questa specializzazione richiede necessariamente tempi lunghi e  impegno costante ed incontri tra i vari gruppi magari con le medesime modalità di questo primo incontro, cercando anche, ove possibile, di farlo con poche risorse, anche in considerazione delle scarse disponibilità economiche determinate dalla contingenza del momento.

 

La presenza numerosa di associazioni e di volontari è sintomatico di quanto interesse ha suscitato tale iniziativa che potrebbe essere uno strumento riproponibile anche a tutte le altre specializzazioni della protezione civile, come la Segreteria Operativa, Personale amministrativo per la gestione di fondi dedicati in tempo di pace ed in emergenza, cucine e sussistenza, logistica.

 

Le associazioni presenti sono state le seguenti:

 

–         SEA SUB P.C. MODENA

–         NUCLEO SOMMOZZATORI DI P.C. FIAS SUBOLIMPIA BOLOGNA

–         C.R.I. REGIONE EMILIA ROMAGNA

–         C.R.I. SEZIONE DI FERRARA

–         CIRCOLO SOMMOZZATORI PIACENZA

–         SUB RIMINI GIAN NERI GRUPPO DI PROTEZIONE CIVILE

–         CENTRO SOCCORSO SUB ROBERTO ZOCCA

–         SESTO CONTINENTE REGGIO EMILIA

–         SOMMOZZATORI V.P.C.P. SAN GIOVANNI IN PERSICETO

–         V.P.C.P. SAN GIOVANNI IN PERSICETO

–         F.I.A.S. PARMA

–         GRUPPO SOMMOZZATORI PROTEZIONE CIVILE RAVENNA

–         FEDERVAB FERRARA

–         PARMA SUB PARMA

–         GRUPPO SOMMOZZATORI GIGI TAGLIANI BELLARIA IGEA MARINA

–         A.N.C. RIMINI

–         GRUPPO SUBACUQUEO FERRARESE FERRARA

–         VOLONARI SOCCORSO SUBACQUEO IMOLA

–         BANCAIUTI RIMINI

–         ANA CAMUGNANO

 

Si sono avute complessivamente 142 presenze con 75 pernottamenti nella notte di Sabato e 69 sommozzatori.

 

Hanno presenziato la prima giornata del convegno il Presidente del Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone e il Sindaco del Comune di Camugnano; la parte relativa alla  presentazione  dell’organizzazione della protezione civile regionale è stata fatta da Cati Auro mentre il compito di Fabio Scarpellini è stato quello sia di presentare il progetto “Acque chete” che di organizzare il breefing per l’assegnazione dei vari compiti durante la fase addestrativa.

 

La logistica e la sussistenza sono state garantite dalla locale sezione A.N.A. che ha dimostrato tutta la sua efficienza sia per la qualità che per la quantità di cibo somministrato.

 

L’iniziativa ha avuto una sostanziale approvazione di tutti i presenti e una richiesta di poter riproporre tali eventi anche in altre occasioni.

 

Francesco Massimi